“58”: la favola del piccolo Marco per ricordare Marco Simoncelli

“58”: la  favola del piccolo Marco per ricordare Marco Simoncelli

“58” è nato da una proposta di Fabio Fagnani. L’idea era quella di ricordare Marco Simoncelli, in occasione del decennale della sua prematura scomparsa il 23 ottobre 2011.

Erano molte le suggestioni che la storia di questo straordinario campione ci suggeriva, ma di una cosa eravamo tutti convinti: cercare di raccontare Il Sic a modo nostro. È così che è nata la storia del piccolo Marco, storia che ci ha permesso di esplorare un mezzo espressivo nuovo: le illustrazioni.

Man mano che Fabio mi sottoponeva il manoscritto vedevo realizzarsi nella mia mente le immagini del racconto. E qui entra in scena Noemi Parente. Credo fermamente che ci siano moltissimi giovani artisti che hanno bisogno di vetrine per esprimersi. Questo è quello che abbiamo offerto a Noemi: un’occasione, occasione che , nonostante la giovane età ha saputo cogliere con maturità e responsabilità.

Fabio Fagnani è uno scrittore che già conoscevo e rappresentava per me una certezza, Noemi è stata una scommessa che sono fiera di aver vinto.

Quando  testo e  immagini “parlavano”tra loro, ci siamo occupati della grafica: la guida esperta(e la pazienza) di Oscar Pozzini di babol communcation, è stata fondamentale.

Il libro è uscito veramente in pochissimo tempo grazie alla professionalità, alla fiducia e all’amore che la squadra ha investito nel progetto. Non è stato tutto semplice ovviamente. Coordinare persone che non avevano mai lavorato insieme e senza la possibilità di un contatto umano, è stato impegnativo.

“58” non è una commemorazione a Marco Simoncelli. Non è il ricordo di una morte prematura. È piuttosto un invito alla vita, nonostante tutto. Il Sic non è rimasto nei nostri cuori soltanto per il grandissimo campione che era. Credo che la sua umanità sia stata il lascito più significativo. È su questo che vive la storia del piccolo Marco. Una storia di speranza, di voglia di riscatto e di amore che non si ferma con la morte ma che va molto oltre. Grandi e piccoli, appassionati o meno potranno ritrovarsi in una storia semplice ma profonda che varca i confini del tempo e dello spazio.

Un ultimo ringraziamento va all’ editore di CDMedizioni, Paolo Gozzi che ha creduto in me affidandomi un progetto così gratificante.

“Per vincere, in pista come nella vita, non basta il talento. Contano ancora di più l’umiltà, il coraggio, la voglia di arrivare e il rispetto”. (Paolo Gozzi)

Da oggi è disponibile nelle librerie fisiche e on line